Abbiamo parlato recentemente nell’articolo intitolato “Il Responsive design” della tendenza ormai diventata necessità di tener conto del tipo di dispositivo che l’utente di un sito web utilizza. L’esplosione dei dispositivi mobili come tablets e soprattutto smartphones impone al web designer di prevedere un layout fruibile da questi dispositivi e, come abbiamo visto, non solo il layout, ma anche i contenuti possono essere in qualche modo differenti (classico l’esempio di Microsoft che è alquanto inutile che proponga il download di service pack, patch e programmi vari per computers a chi si è collegato da uno smartphone). In quell’articolo abbiamo fatto cenno alla metodologia che oggi permette agli sviluppatori di differenziare il modo di presentare il sito web a seconda del dispositivo usato dall’utente senza dover sviluppare più volte il sito in formati differenti, cosa che rendebbe complicatissimi aggiornamenti ed ordinaria amministrazione, oltre a non mettere al riparo dai progressi della tecnologia. La metodologia è quella basata sull’utilizzo di delle ‘media queries’ nei fogli di stile CSS. In questo articolo vogliamo quindi affrontare in dettaglio cosa sono e come si usano le media queries.